E' un inverno ricco di novità per i team griffati Work Service: da quest'oggi, infatti, gli juniores della Work Service Romagnano diretti da Matteo Berti hanno preso parte alla due giorni di test metabolici e funzionali programmati dai tecnici della nazionale italiana a Montichiari.

 

 

Ben 12 sono i ragazzi convocati dal ct Davide Cassani in accordo con Rino De Candido e Marco Villa per i test di valutazione che si accompagneranno domani all'attività in pista; si tratta di: Marco Cao, Matteo Fiaschi, Mattia Garzara, Lorenzo Germani, Samuele Gimignani, Tommaso Panicucci, Christian Danilo Pase, Eric Paties Montagner, Vincenzo Russo, Andrea Sturaro, Alex Tappeiner e Andrea Violato.

"Si tratta di una prima occasione di incontro e di confronto con i tecnici della nazionale italiana e siamo felici che abbiano deciso di prendere in considerazione ben 12 dei ragazzi che compongono la nostra rosa" ha anticipato il ds Matteo Berti. "Per alcuni di loro si tratta della prima volta che entrano a far parte del clan azzurro ed è bello poterli accompagnare in questa prima esperienza. Ai risultati dei test di questi giorni bisognerà coniugare delle buone prestazioni anche su strada per poter entrare a far parte della rosa azzurra che andrà ad affrontare gli appuntamenti più importanti del 2020 ma questo è un primo passo importante per i nostri giovani atleti".

Ma il gruppo Work Service con la formazione UCI Continental Work Service Dynatek Vega e con la formazione juniores Work Service Romagnano ha scelto di "scendere in pista" anche per promuovere un'altra importante campagna di sensibilizzazione che interessa gli atleti e il vasto panorama di tutti coloro che ogni giorno utilizzano la strada. Tutti i corridori di patron Massimo Levorato, infatti, sono stati dotati di una luce led anteriore e di una posteriore da utilizzare ogni qualvolta, in sella alle proprie biciclette Dynatek, si allenano su strada per segnalare la propria presenza agli automobilisti ed aumentare così la propria sicurezza. Un dettaglio in più per le nuovissime Dynatek Delirio e Corsa SL in dotazione agli atleti dei team continental e juniores che, però, è in grado di fare la differenza quando è in gioco la vita di chi va in bicicletta.

"Purtroppo ogni giorno bisogna fare i conti con qualche incidente che coinvolge chi va in bicicletta e, anche lo scorso anno, dei nostri atleti sono rimasti vittima di alcuni sinistri che avrebbero potuto avere ben più gravi conseguenze. Per questo motivo abbiamo accolto con entusiasmo l'invito arrivatoci dalla FCI a dotare i nostri ragazzi delle luci da applicare alle nostre biciclette Dynatek in allenamento" ha sottolineato il presidente Massimo Levorato che ha annunciato: "Il nostro impegno per promuovere una nuova consapevolezza per tutti gli utilizzatori della strada in grado di garantire una maggior sicurezza anche agli utenti più deboli non si esaurisce qui. Nei prossimi mesi abbiamo già programmato degli incontri formativi con gli atleti e anche il Campionato Italiano Juniores che stiamo allestendo a Montegrotto sarà l'occasione per sensib ilizzare gli studenti dell'area termale padovana su questo tema con tante iniziative già in cantiere che ufficializzeremo a breve. Il ciclismo è lo sport che amiamo ed è giusto adoperarsi affinchè i nostri ragazzi non rischino la vita ogni volta che hanno la possibilità di pedalare".

Luci accese dunque per il gruppo che domenica 19 gennaio si radunerà a Padova per un allenamento di gruppo che vedrà le casacche marchiate Work Service sfilare sulle strade dei Colli Euganei.

 

 

 

 

COMUNICATO STAMPA 

@RIPRODUZIONE VIETATA 

IdeaCycling Network S.a.